Luglio 15, 2024

Il terzo tempo

"When the seagulls follow the trawler, it is because they think sardines will be thrown into the sea"

Olanda-Austria, live testuale dalle 17.45

5 min read

Dopo aver assistito ieri sera a un soffertissimo passaggio del turno della nostra Italia contro la Croazia con il gran gol di Zaccagni al novantottesimo minuto, alle ore 18 torneremo a respirare aria di Europei con Olanda-Austria e Francia-Polonia, che decideranno le sorti del Gruppo D. Momentaneamente gli Oranje sono primi a pari punti con la Francia (quattro), ma davanti per la questione riguardante i gol fatti, visto che a scontri diretti e differenza reti sono pari. Il dato certo è uno: la Polonia non può passare da prima o seconda, ma in caso di vittoria contro Les Bleus potrebbe ancora sperare di essere una delle quattro migliori terze; gli uomini di Deschamps, però, per essere sicuri del passaggio del turno tra le prime due del girone, dovrebbero quantomeno pareggiare contro Lewandowski e compagni (anche se i quattro punti collezionati nelle prime due partite potrebbero già essere sufficienti per consentire alla nazionale francese di passare da migliore terza o da seconda in caso di vittoria o pareggio dell’Olanda nell’altra partita). Quanto alla banda di Koeman, questa è in vantaggio sulla Francia per via dei gol segnati, come detto prima, ma se non dovesse fare punti contro l’Austria e Les Bleus dovessero pareggiare o vincere, essa sarebbe tagliati fuori al terzo posto, ma con una buona probabilità di essere ripescata; invece, l’Austria di Rangnick deve vincere per essere sicura di passare ma anche solo un pareggio potrebbe bastare per andare agli ottavi. Dunque, riassumendo: a Francia e Olanda basta un punto per garantirsi i primi due posti, l’Austria deve vincere per essere sicura ma il pareggio potrebbe comunque darle la qualificazione, invece la Polonia è costretta a vincere per sperare.

Olanda (4-3-3): Verbruggen; Geertruida, de Vrij, van Dijk, Ake; Reijnders, Schouten, Veerman; Malen, Depay, Gakpo; Ct. Ronald Koeman

Austria (4-2-3-1): Pentz; Posch, Wober, Lienhart, Prass; Seiwald, Grillitsch; Wimmer, Sabitzer, Schmid; Arnautovic; Ct. Ralf Rangnick

1′ Calcio d’inizio: primo possesso per l’Austria.

2′ Si spinge subito in avanti l’Austria con Wimmer che mette un cross basso in area, non colpito da nessuno, allontana la difesa olandese.

6′ Gol Austria! Arnautovic allarga il gioco per Prass sulla fascia di sinistra, che cerca a sua volta il numero 7, ma il pallone viene spinto in porta da uno sfortunato Malen che stava rientrando per dare una mano in fase difensiva. Gol meritato per gli uomini di Rangnick dopo un ottimo inizio.

10′ L’Olanda si fa vedere per la prima volta in attacco, con Malen che cerca qualcuno all’interno dell’area di rigore, ma Seiwald allontana facilmente.

14′ Reijnders allarga il gioco a sinistra per Gakpo, il quale serve a rimorchio il centrocampista del Milan, che apre il piatto, ma esce una brutta conclusione a lato.

23′ Malen si trova tu per tu con Pentz ma calcia sul secondo palo senza trovare la porta e la palla finisce sul fondo.

30′ Sabitzer calcia al volo da dentro l’area dopo una sponda di Arnautovic, tiro respinto dalla difesa olandese, e poi è Grillitsch a concludere l’azione, ma senza successo: blocca Verbruggen.

32′ Cartellino giallo per Posch per un fallo in ritardo su Depay.

33′ Cartellino giallo anche per Wimmer, che entra in ritardo su Geertruida e salterà l’eventuale ottavo di finale.

34′ Koeman approfitta di un cooling break per fare subito un cambio: esce Veerman, un po’ fuori dal gioco, ed entra il giovane Xavi Simons. Un segnale anche pe gli altri da parte del tecnico olandese.

38′ Prima Sabitzer, poi Arnautovic vanno vicini al raddoppio: il primo con un tiro da fuori area respinto da Verbruggen; il secondo, dopo una serie di rimpalli, deve solo spingere il pallone in porta, ma non riesce ad impattare e si salva l’Olanda, che non riesce a imporre il suo ritmo.

41′ Pericolosa adesso l’Olanda con Depay che colpisce di testa un cross di Gakpo, che però era partito in posizione di fuorigioco.

45′ Assegnati due minuti di recupero.

45 + 2′ L’arbitro Kruzliak fischia due volte e decreta la fine del primo tempo.

46′ Comincia il secondo tempo, nessun cambio all’intervallo.

47′ Gol Olanda! Grande lavoro di Xavi Simons che, dopo il recupero palla di Geertruida a centrocampo, va in progressione fin verso il limite dell’area, dove serve Gakpo, il quale rientra sul destro, calcia sul secondo palo e fa 1-1.

51′ Adesso sta faticando l’Austria che, in questi primissimi minuti del secondo tempo, non riesce a farsi trovare pronta in fase difensiva, complice anche la banda di Koeman che ha alzato i ritmi. Si sta ribaltando la situazione rispetto al primo tempo.

54′ Corner per l’Olanda, battuto da Depay, van Dijk colpisce di testa, ma il pallone viene deviato da Wober. Altro calcio d’angolo, questa volta però viene un commesso un fallo su Verbruggen.

59′ Gol Austria! Grillitsch cerca Schmid in area, il numero 18 colpisce di testa, de Vrij prova a salvare i suoi sulla linea di porta, ma non ci riesce ed è 1-2. In questo momento l’Olanda è terza, ma è comunque sicura del passaggio del turno da migliore terza.

63′ Triplo cambio per Rangnick: escono Wimmer, Lienhart e Grillitsch, sostituiti rispettivamente da Baumagartner, Querfeld e Laimer.

65′ Cambia anche Koeman: fuori Ake e Reijnders, dentro Van de Ven e Wijnaldum.

71′ Quarto cambio dell’Olanda: Weghorst prende il posto di Malen.

73′ Xavi Simons vede il portiere dell’Austria fuori dai pali e dalla trequarti cerca di calciare al volo, ma non in quadra la porta.

75′ Gol Olanda! Gakpo crossa in mezzo all’area, Weghorts fa da torre per Depay, che controlla e calcia in porta. 2-2 ma c’è un controllo in Sala VAR per un possibile tocco di mano di Depay.

77′ Kruzliak va al monitor e convalida la rete. 2-2, grande lavoro di Weghorst.

79′ Quarto cambio per Rangnick: al posto di Arnautovic entra Gregoritsch.

80′ Gol Austria! Baumgartner serve Sabitzer in area che calcia all’incrocio dei pali opposto. Non finisce mai questa partita.

83′ Baumgartner infila Verbruggen da posizione defilatissima, ma il gol viene annullato per fuorigioco del numero 18.

86′ Geertruida dalla trequarti mette un traversone in area, colpisce di testa Weghorst, ma il pallone finisce sopra la traversa.

90′ Concessi sei minuti di recupero.

90 + 2′ Esce Schmid ed entra Weimann per l’Austria.

90 + 3′ Van de Ven da posizione defilatissima cerca la porta e Pentz respinge.

90 + 5′ cartellino giallo per Querfeld.

90 + 7′ Kruzliak fischia tre volte, l’Austria batte e sorpassa l’Olanda.

La Francia non va oltre il pari contro la Polonia in una partita decisa da due calci di rigore, e l’Austria, con la vittoria appena ottenuta, riesce a passare da prima in un girone difficilissimo.

Lascia un commento