Giugno 19, 2024

Villarreal, portare avanti un progetto per puntare sempre più in alto – Dalla A alla Z, le storie di tutti i club europei più importanti

6 min read

Il Villarreal Club de Fútbol è una società calcistica spagnola con sede nella città di Vila-real, e milita in Liga. L’allenatore è Unai Emery, che negli anni scorsi ha dimostrato di fare molto bene con il Submarino Amarillo. La casa dei ragazzi in maglia gialla, è lo Stadio della Ceramica. Nella sua storia, il Villarreal ha vinto 1 Tercera Divisiòn nel 1969-70, 2 Coppe Intertoto UEFA nel 2003 e nel 2004, e 1 UEFA Europa League nel 2020-21.

Le origini

Il Villarreal Club de Fútbol viene fondato il 10 marzo 1923 “allo scopo di promuovere tutti gli sport, in particolare il calcio”, come riporta la lettera di fondazione. Il primo presidente fu José Calduch Almela. La prima decisione presa fu quella di affittare uno stadio nella zona per 60 pesetas (la moneta spagnola dell’epoca) al mese, e di stabilire i prezzi dei biglietti. Il Sottomarino Giallo giocò le sue prime due partite il 17 giugno 1923, contro Castellòn e Cervantes, due grandi società nella provincia di Castellòn. Il 21 ottobre dello stesso anno, invece, il Villarreal debuttò nel suo stadio giocando un’amichevole contro i RED y STAR di Castellòn.

La storia recente

Partiamo dalla stagione 2005-06, un po’ presto considerando che altre volte siamo partiti dagli anni ’90, ma dovete sapere che gli ultimi anni di storia del Villarreal sono davvero ricchi di avvenimenti. Nella stagione sopra citata, il Sottomarino Giallo riesce ad arrivare in semifinale di Champions League, dopo aver eliminato Glasgow Rangers agli ottavi e Inter ai quarti, ma in semifinale incontra l’Arsenal, e per gli spagnoli arriva l’eliminazione. Nella stagione 2007-08, arriva secondo in Liga, il miglior piazzamento del Club nel massimo campionato spagnolo, e nella stagione successiva, il Submarino Amarillo si ferma ai quarti di Champions League, e il caso ha voluto che fosse di nuovo l’Arsenal a interrropere il cammino europeo del Villarreal. Il campionato 2008-09 si conclude con un quinto posto, che permette la partecipazione all’Europa League. Nell’annata seguente, è Ernesto Valverde il tecnico della squadra di Castellòn, che però poi verrà sostituito da Juan Carlos Garrido, il CT del Villarreal B. A fine stagione la squadra è settima, e gioca così gli spareggi Europa League, grazie all’esclusione del Mallorca dalle Coppe europee. Nel 2010-11, il Club riesce a dimostrarsi una grande squadra, arrivando quarto in campionato, e arrendendosi al Porto solo in semifinale di Europa League (i portoghesi saranno poi i vincitori della competizione). L’annata 2011-12 parte bene con la vittoria degli spareggi per la qualificazione in Champions, ma alla fase a gironi, il Sottomarino Giallo incontra Napoli, Bayern Monaco e Manchester City. Un girone di ferro, quasi proibitivo, infatti dopo le 6 partite giocate, gli spagnoli si trovano a 0 punti. Anche in campionato la squadra fatica, e non poco, visto che si ritrova a lottare per la salvezza. Dopo l’eliminazione dalla Coppa del Re subita per mano del Mirandés (squadra di terza divisione), Garrido è esonerato e sostituito da José Francisco Molina, ma anche quest’ultimo è sollevato dall’incarico il 19 marzo 2012 ed è rimpiazzato da Miguel Ángel Lotina dopo aver perso fuori casa per 1-0 il derby con il Levante. Il 13 maggio 2012, dopo la sconfitta casalinga con l’Atlético Madrid (0-1) e la contemporanea vittoria del Rayo Vallecano sul Granada (oltre a quella del Real Saragozza sul Getafe), il Villarreal retrocede nella seconda serie spagnola. Il 6 giugno il neo-allenatore del Villarreal, Manolo Preciado, per sei anni in panchina dello Sporting Gijón, purtroppo, muore a causa di un infarto. La stagione 2012-2013, non inizia secondo le migliori aspettative e il Villarreal si colloca a metà classifica, con un distacco intorno ai 10 punti dalla prima. Nel gennaio 2013 alla guida tecnica è chiamato Marcelino, che nella seconda metà della stagione guida alla rimonta i gialli. Il Villarreal, a una giornata dal termine del torneo, si trova al secondo posto a giocarsi la promozione in casa nello scontro diretto con l’Almería. Vincendo per 1-0, torna nella Liga dopo un anno di assenza. Ma ora facciamo un salto: andiamo alla stagione 2020-21, impossibile non parlarne. La squadra gioca l’Europa League e domina il girone passando con 16 punti davanti al Maccabi Tel Aviv che si piazza secondo. Ai sedicesimi c’è il Salisburgo, il turno viene passato in maniera abbastanza agevole con un computo totale di 4-1. Agli ottavi si gioca Villarreal – Dinamo Kiev, e il totale recita un 4-0 in favore degli spagnoli; ai quarti la situazione non cambia tanto: 3-1 alla Dinamo Zagabria e passaggio in semifinale. È qui che le cose si complicano, visto che il sorteggio mette l’Arsenal davanti al Submarino Amarillo, ma gli uomini di Emery dimostrano forza, e grazie a una vittoria per 2-1 all’andata, in finale ci vanno gli spagnoli di Castellòn, visto che al ritorno c’è un pareggio a reti bianche. In finale c’è il Manchester United, la partita al 55′ è sull’1-1, visto che a Gerard Moreno risponde Cavani. La partita si porta ai rigori, è lì che succede qualcosa di quasi impensabile: tirano tutti, persino i portieri, visto che i 10 di movimento hanno tutti segnato (da entrambe le parti), così tira Rulli per il Villarreal e De Gea per i Red Devils. Il primo segna; il secondo no. La coppa arriva in Spagna.

Manolo Preciado, neo-allenatore del Villarreal nel 2012-13, che morì a causa di un infarto
L’alzata della Coppa dopo la vittoria ai rigori contro il Manchester United

La scorsa stagione

Nella scorsa Liga, il Villarreal si è piazzato settimo, con 59 punti causati da 16 vittorie e 11 pareggi. Inoltre i gialli di Spagna sono una squadra che segna ma anche che subisce diversi gol perchè i gol all’attivo sono 63 e quelli subiti 37. Molto meglio della Real Sociedad (arrivata sesta), visto che i gol subiti sono gli stessi, mentre quelli segnati sono 23 in meno rispetto al Sottomarino Giallo. Ma adesso parliamo di qualche risultato soprendente: 2-2 in casa dell’Atletico Madrid e il medesimo risultato in casa, 0-0 in casa del Real Madrid e sempre pareggio a reti bianche in casa, vittoria per 2-0 in casa con il Betis ed omonimo risultato a Siviglia, la vittoria per 1-3 in casa della Real Sociedad, 1-1 in casa con l’Athletic Bilbao, vittoria per 2-0 con il Valencia, 1-1 con il Siviglia, e una grande vittoria per 0-2 a Barcellona, al Camp Nou.

La stagione in corso

Sul mercato, la squadra di Emery, ha guadagnato circa 25 milioni, cedendo Pervis Estupinian, Moi Gomez, e Xavier Quintilla: mentre i soldi spesi hanno portato gli acquisti di Kiko Femenia, Giovani Lo Celso e Johan Mojica. La nuova stagione è iniziata discretamente per il Villarreal, che dopo 5 giornate ha 10 punti, segnando 9 gol e subendone soltanto 1. Alla prima giornata arriva una vittoria per 3-0 sul campo del Real Valladolid, poi uno 0-2 al Wanda Metropolitano, 0-0 con il Getafe, 4-0 con l’Elche (vittoria), sconfitta per 1-0 sul campo del Betis. Mentre domani, la squadra giocherà in casa con il Siviglia, non sarà una partita facile, nonostante i Sevillistas siano partiti molto male, e comunque quest’ultimi hanno bisogno della svolta.

Lo sapevate che?

  • Dopo aver esordito nella Primera División durante la stagione 1998-1999, in pochi anni il Villarreal si è ritagliato un ruolo di rilievo in ambito nazionale ed internazionale, vincendo la Coppa Intertoto nel 2003 e nel 2004, l’Europa League nel 2020-21, e arrivando due volte in semifinale di Champions League (2005-2006 e 2021-22); insieme a Bayer Leverkusen, Parma, Real Saragozza e West Ham è quindi una delle sole cinque squadre calcistiche capaci di aggiudicarsi una competizione UEFA senza aver mai vinto il proprio campionato nazionale;
  • Il soprannome risale al 1967, quando la promozione nella Tercera Divisiòn fu celebrata con la canzone Yellow Submarine dei Beatles.

Lascia un commento