Giugno 20, 2024

Torres 0-2 Reggiana, siamo primi in classifica!

10 min read

Siamo primi in classifica! La Reggiana vince in casa della Torres e si prende la vetta della graduatoria! Partita ottima da parte di tutti i giocatori utilizzati da Diana, che portano a casa 3 punti fondamentali.

Nello stesso giorno in cui comincia il peggior Mondiale di sempre, la Reggiana scende in campo contro la Torres, in trasferta. E’ una gara fondamentale e non si può sbagliare, visto cosa c’è in palio. Diana torna al 3-5-2, il tifo non manca e la voglia di vincere nemmeno. Ci sono tutti gli ingredienti per realizzare una gara niente male e guadagnare i 3 punti.

Un disegno di Simone Ferrarini sui Mondiali in Qatar

I giorni prima della partita

Nei giorni prima della partita, la Reggiana ha annunciato il prolungamento del progetto Provincia Granata, che proseguirà grazie al sostegno di diverse altre società appunto della provincia di Reggio Emilia.

Inoltre, il Gruppo Vandelli ha appeso uno striscione vicino alla rotonda che si trova a due passi da Via Agosti, per ringraziare tutte le associazioni che hanno deciso di aderire e per mostrare stima nei confronti di questa iniziativa splendida da parte della Regia.

Un’immagine dello striscione

Le formazioni

Torres: 4-4-2 per la squadra di casa. Salvato in porta, difesa a 4 con Lombardo terzino destro, Girgi a sinistra e al centro Antonelli e Dametto. A centrocampo Lora e Gianola, con Lisai sulla fascia destra e Sanat a sinistra. In attacco l’ex Scappini, affiancato da Diakitè.

Reggiana: Si torna al 3-5-2. Venturi in porta, in difesa giocano Laezza, Rozzio e Luciani. A centrocampo vediamo Rossi, affiancato da Nardi e da una grande novità di formazione: Sciaudone. Non ci si aspettava potesse partire titolare, ma Kabashi non è ancora nel migliore stato di forma e quindi Diana preferisce non rischiarlo. Libutti esterno destro e Guiebre a sinistra, sull’altra fascia. In attacco Montalto e Rosafio.

La partita

C’è bisogno di raccogliere 3 punti da questa trasferta complicata in casa di un avversario che certamente lotta per obiettivi meno prestigiosi, ma che è comunque capace di mettere in difficoltà le grandi squadre e, soprattutto, viene da un momento davvero niente male. Dopo il brutto risultato in casa con il Pontedera, che non ha premiato una bella prestazione da parte della Regia, c’è assolutamente bisogno di ritrovare un successo per proseguire la corsa per il primo posto. Arriva il momento di entrare in campo, anche questa volta c’è soltanto un risultato. Dopo appena 4 giri di lancette si fanno sentire i padroni di casa. C’è una rimessa laterale per la Torres nella sua metà campo, Scappini viene incontro e fa una sponda niente male, con cui serve Diakitè sulla corsa. L’11 è inseguito da Luciani, ma riesce a liberarsi di lui accentrandosi. Dopodichè vede largo a destra Sanat, che non è marcato da nessuno, c’è soltanto Guiebre che però è distante non poco. Passaggio preciso sui piedi del 24, che si porta il pallone sul sinistro, nel frattempo, però, il 19 si mette davanti a lui e copre lo specchio. Il giocatore in maglia rossoblù calcia, ma colpisce proprio l’esterno della Reggiana, la palla resta lì e, dopo una specie di rimpallo, schizza al centro dell’area di rigore circa, poi Sciaudone salva servendo in avanti Rossi, che subisce successivamente fallo. Al 12′, accade un fatto davvero spiacevole. In un contrasto tra Laezza e Sanat, il secondo citato si fa seriamente male ed è costretto ad uscire dal terreno di gioco in barella. Sembra sia un problema molto grave. Ovviamente va fatto un grande in bocca al lupo al giocatore della Torres, augurandogli di non essersi fatto nulla di serio. Il mister della formazione di Sassari lo sostituisce con Campagna. Al 18′, pessime notizie pure in casa Reggiana: Rosafio accusa un problema fisico, che lo porta ad abbandonare il campo. Diana lo sostituisce con Pellegrini. Al 21′, chance per la Regia. Rozzio, nel cerchio di centrocampo, mette a terra un pallone alto arrivato lì, mostrando per l’ennesima volta la sua grande bravura nel gioco aereo. Poi, con la sfera a mezza altezza, trova il numero 11 sulla corsia di destra grazie a una sventagliata stupenda. L’attaccante della Regia punta Girgi, cerca di disorientarlo con delle finte, dopodichè entra in area di rigore spostandosi la palla sul sinistro, poi calcia. E’ un tiro molto potente, indirizzato verso il secondo palo, ma la sfera termina sul fondo di pochissimo dopo aver sfiorato l’incrocio. Al 24′, opportunità da corner per la Regia, con Rossi sul punto di battuta, che mette la sfera proprio al centro dell’area di rigore. Il pallone, dopo il tocco di un giocatore che si trovava nella mischia, schizza dalle parti di Laezza, che ha la possibilità di spedirlo verso lo specchio da posizione ravvicinata, ma non ci riesce, poichè colpisce molto male e non impensierisce Salvato. Al 25′, il direttore di gara estrae il cartellino giallo e lo assegna a Luciani per un fallo bruttissimo su Girgi: un intervento a gamba tesa con cui il giocatore della Regia ha colpito in petto l’avversario. I sardi vanno vicini alla rete del vantaggio a 7 minuti dal 45′. Lombardo riceve largo sulla fascia destra e serve ancora più aperto sulla sua corsia Campagna. Gli arriva il pallone dal numero 6 e lo mette in mezzo con un traversone di sinistro di prima, ma Rozzio allontana addirittura col tacco, visto che dava le spalle al pallone. La sfera finisce fuori dall’area di rigore, Lora colpisce di testa, Diakitè mette giù di petto e restituisce. A quel punto, il 27 si coordina, ha il pallone a mezza altezza e, nonostante ciò, decide di tentare una conclusione, ma la palla termina sopra la traversa di poco. Brivido per la Regia. Al 41′, Scappini compie un ottimo lavoro spalle alla porta e conquista un calcio di punizione, fallo di Rozzio. Posizione centrale, non siamo molto distanti dalla porta. Dunque un’ottima zona per tirare verso lo specchio. Calcia Lombardo, che calcia fortissimo, non angola più di tanto la conclusione, ma, nonostante ciò, disegna una traiettoria davvero scomoda per Venturi. La sfera sfiora la traversa e termina sul fondo. Torres vicina al gol del vantaggio. Al 43′, viene ammonito Nardi, sanzione che pesa tanto per la Regia. Un minuto più tardi, cartellino giallo pure per Scappini. Al 47′, occasione da calcio d’angolo per la formazione ospite. Sul punto di battuta c’è Rossi, la palla arriva sul primo palo e qualcuno dei componenti della mischia, forse Montalto, riesce a prolungare. La palla rimbalza al centro della zona calda, più verso il legno alla destra dell’estremo difensore della formazione di casa. Laezza arriva sulla sfera in scivolata, ma non riesce a spedirla verso il bersaglio. Il pallone resta dunque lì, Libutti calcia quasi al limite dell’area piccola, ma Salvato si oppone con un grande intervento e nega il vantaggio alla Reggiana. Al 50′, dopo, tra l’altro, una buona chance dalla bandierina con Dametto, per i sardi, si conclude il primo tempo. Il risultato è bloccato sullo 0-0. La ripresa comincia e non bisogna aspettare molto per assistere alla prima occasione da gol, che arriva dopo appena 5 minuti dall’inizio della seconda frazione di gioco. I padroni di casa fanno girare la palla da dietro. Gianola trova Lisai con un passaggio in verticale molto preciso, il 21 serve con un tocco di prima Scappini, che serve Diakitè. L’11 allarga sulla fascia destra per Campagna, che cerca il tiro dalla distanza, ma calcia alto sopra la traversa. Tra l’altro, durante la ripresa, comincia a piovere molto intensamente. Al 58′, Guiebre trova l’ennesima fantastica galoppata palla al piede e Lisai lo stende al limite dell’area di rigore. Era già stato ammonito per un fallo su Rozzio. Secondo cartellino giallo e Torres in 10! Ora la partita è meno in salita per la Regia. Adesso bisogna sfruttare questo vantaggio per trovare il gol e infatti Diana manda in campo il giocatore più offensivo a sua disposizione: Lanini, che prende il posto di Sciaudone. Proprio il numero 10, appena entrato, si prende la responsabilità di battere il calcio di punizione. E’ davvero una posizione interessante. C’è anche Montalto sul punto di battuta, ma, specialmente dopo il pallone spedito nella stratosfera su punizione a Chiavari, stavolta non batte. Nonostante ci fosse il coccodrillo, la palla passa sotto la barriera, prende però una deviazione, che complica la vita e non poco a Salvato, che però riesce ad intervenire e a respingere. Lanini ha un’altra chance su punizione appena un minuto dopo, in seguito ad un fallo di mano da parte di Diakitè. Stavolta la posizione è davvero scomoda, visto che siamo molto distanti, ma, nonostante ciò, l’attaccante della Regia calcia in porta. Il tiro è sul primo palo, la sfera rimbalza davanti all’estremo difensore in maglia rossoblù, che però risponde a tono alla conclusione di Lanini e nega il gol alla Regia. Al 61′, la Torres sostituisce Scappini con Bonavolontà, vista l’inferiorità numerica, il mister della Torres decide dunque di coprirsi, sperando di non incassare alcuna rete, anche se sarà dura. Al 62′, arriva un’espulsione per un membro della panchina della squadra sarda. La Regia ci sta provando con continuità, ma non sta riuscendo a sbloccare l’incontro. Diana decide dunque di giocare in maniera ancor più offensiva. Escono un difensore ed un centrocampista ed entrano un centrocampista ed un attaccante, è il minuto numero 69: fuori Luciani e Nardi e dentro Muroni e il tornato a disposizione Varela. Al 70′, Lanini parte palla al piede sulla fascia destra. E’ velocissimo. E’ impossibile recuperarlo. Arriva addirittura in area di rigore, è però a lato di essa e non in posizione centrale, decide dunque di mettere al centro con un cross basso splendido. Pellegrini arriva in corsa e sblocca la partita! 1-0 per la Reggiana! Magnifica azione di Lanini, traversone eccellente e conclusione perfetta da parte del numero 11, che fa esplodere di gioia i tifosi granata presenti! Una rete fondamentale, che la Regia stava cercando in ogni modo ma che non voleva arrivare. Tutti a festeggiare sotto al settore pieno di sostenitori reggiani!

Il gol di Pellegrini disegnato da Simone Ferrarini

La partita si complica notevolmente all’80, quando Laezza si ricorda troppo tardi di non essere un portiere e tocca il pallone con il braccio larghissimo. Doppia ammonizione giustissima, parità numerica ristabilita e punizione per i padroni di casa. Batte anche questa volta Lombardo, che calcia molto bene di nuovo, tirando sul palo del portiere. Bella risposta da parte di Venturi, che mette in calcio d’angolo. Davvero 2 punizioni niente male quelle calciate dal giocatore della Torres, che è stato probabilmente il più pericoloso di tutta la squadra nonostante non faccia parte del reparto offensivo. All’85’, Regia pericolosa con un colpo di testa sul primo palo da parte di Montalto, su calcio d’angolo, palla che, però, termina distante dal bersaglio. All’87’, Rossi avanza palla al piede dalle retrovie, sulla corsia di destra, poi lancia lungo per Lanini, ma c’è l’intervento di Dametto, che, però, non colpisce bene e, involontariamente, regala la palla all’avversario. Il 10 della Regia si trova in posizione defilata e può solo pensare al cross, così da uno sguardo in mezzo e fa partire il traversone. La sfera, forse anche dopo una deviazione da parte del difensore della Torres che aveva cercato fino all’ultimo di ostacolare l’attaccante della Regia, scavalca il portiere e arriva sul secondo palo. E, proprio sul secondo palo, arriva Montalto, che spinge in fondo al sacco e trova la rete del 2-0 e chiude la partita! Raddoppio granata! E si torna a festeggiare sotto al settore ospiti! Due assist di Lanini, che, anche qui, ha fatto un assist strepitoso!

Il gol di Montalto disegnato da Simone Ferrarini

Al 90′, Pellegrini perde un pallone sulla fascia sinistra, vicino all’area di rigore. Glielo porta via Campagna, che poi mette al centro, Rossi prova ad allontanare ma la palla finisce appena fuori dall’area di rigore. Girgi calcia di prima verso la porta, ma colpisce Diakitè, che, poi, quasi da dentro l’area piccola, cerca di mettere dentro il pallone, ma c’è la risposta di Venturi, che nega il gol all’avversario. E questa sarà l’ultima occasione della partita. Dopo 95 minuti e qualche secondo, arriva il triplice fischio del direttore di gara. Basta così! La Regia porta a casa 3 punti fondamentali dopo una fantastica partita! E adesso, visto che il Cesena ha perso 0-1 con l’Ancona e il San Donato ha pareggiato con la Virtus Entella per 1-1, siamo primi in classifica!

Bisogna fare i complimenti a tutti i tifosi granata presenti allo stadio in questa partita così importante. Era una trasferta davvero lunga ma, nonostante ciò, non sono mancati i supporters reggiani. Loro vinceranno sempre, indipendentemente dal risultato. Sostenitori davvero fantastici, che ogni giorno sostengono la squadra della loro città con una passione unica. Ci tenevamo poi a condividere questo video pubblicato dal Gruppo Vandelli sul suo profilo Instagram, in cui i tifosi cantano a squarciagola, in aereoporto, uno dei cori più belli e celebri della Regia.

Commento

Davvero una bella Reggiana. A questa squadra non è mancato niente, in questa partita. Lavoro eccellente dalla difesa, che ha fatto una gara ottima. Perfetta partita degli esterni, che hanno spinto tantissimo e hanno fatto molto bene entrambe le fasi. I registi hanno svolto in maniera perfetta il loro compito e gli attaccanti sono stati impeccabili. Lanini è entrato e ha risolto la partita. Montalto, come al solito, non si è visto molto, ma è stato infallibile sotto porta. Gli è arrivato un pallone e l’ha buttato dentro. Pellegrini ha effettuato un ingresso in campo fantastico, realizzando delle giocate magnifiche e sbloccando l’incontro. Parliamo poi del 10 della Regia, che non si sarà ancora sbloccato, ma oggi ha realizzato due assist clamorosi e ha fatto una partita favolosa. Cambi azzeccati alla perfezione da Diana. Ottimo lavoro da parte di tutti.

Lascia un commento