Giugno 13, 2024

Niente Mondiali. Di nuovo. Le parole di Mancini:

3 min read

Ecco le parole usate da Roberto Mancini su Rai 1 stasera, dopo una partita che purtroppo ci ricorderemo a lungo perchè, per via di questa sconfitta, non andremo ai Mondiali:

Allora mister… diceva che non dovevamo essere qui. Non doveva finire così. C’è un’Italia incredula che adesso sta condividendo con lei questa delusione enorme, cosa si sente di dirle?”

“Credo che luglio scorso sia stata la cosa più bella che abbia avuto al livello professionale, questa credo che sia la più grande delusione. Purtroppo, non si può dire assolutamente nulla. Il calcio è questo. A volte succedono delle cose assurde e stasera ne è successa una. Forse non dovevamo esserci, come abbiamo detto ieri, però… abbiamo fatto di tutto per cercare di vincere, poi non si può neanche parlare della partita perchè certe partite sono così e quindi è difficile anche parlare di quella di stasera”.

“Parliamo di questi otto mesi: da un trionfo meritatissimo ci troviamo oggi in questa situazione, sembrano due realtà parallele. Che cosa è successo?”

“Beh credo che la vittoria dell’Europeo sia stata una vittoria strameritata, abbiamo giocato benissimo. E poi, dall’Europeo in poi, diciamo che la fortuna che un po’ ci aveva accompagnato si è trasformata in totale sfortuna perchè sono successe delle cose impossibili a volte. Però è inutile, quando si perde, quando si va fuori, bisogna poi sapere anche soffrire“.

“Però non può essere stata solo sfortuna, si è vista un’Italia diversa da settembre in poi. Che cosa è cambiato?”

“Noi, il gruppo, lo abbiamo dominato. Ci sono state due situazioni che normalmente non accadono perchè sennò ne sarebbe bastato uno e saremmo stati al Mondiale, poi… arrivare qua, stasera… non so neanche quale sia lo score della partita, però subire il gol al 90′ sembra che sia stato fatto apposta. Difficile anche dire perchè e come… ma questa è una squadra che ha dei bravi giocatori e quindi mi dispiace molto per loro”.

“Un Europeo vinto, un Mondiale mancato. Adesso, nella sua testa, che conseguenze vede? Ci sono ancora prospettive per proseguire il suo lavoro?”

“Vediamo. Adesso guardiamo. Credo che la delusione sia troppo grande in questo momento per parlare di futuro”.

Il calcio, come metafora della vita, è incredibile come venga rivelato sempre, no? In otto mesi, tante emozioni, tanta condivisione, oltre che dall’aspetto tecnico dall’aspetto umano… Te, i tuoi ragazzi, tutta la gente… mi piacerebbe davvero sapere quello che hai dentro adesso e che passaggi saranno i tuoi prossimi al livello umano con i tuoi ragazzi, il tuo staff, il tuo gruppo che ci ha fatto stare così tanto bene”.

“Al livello umano, io posso dire che voglio più bene stasera ai ragazzi che a luglio. Questo è un momento di grande difficoltà e quindi il mio affetto per loro è ancora più grande. E poi, insomma vedremo… è difficile parlare adesso per le prossime settimane e per i prossimi mesi”.

“Ci vorrà una riflessione personale?”

“Intanto bisogna far passare un po’ di tempo perchè la delusione è grandissima e però, allo stesso tempo, credo che la squadra sia una squadra di giocatori bravi. Può avere un grande futuro”.

Lascia un commento