Giugno 20, 2024

Arsenal 3-1 Manchester United, le pagelle dei Gunners – Dial Square

7 min read

Dopo il Chelsea, l’Arsenal batte il Manchester United grazie ad una splendida prestazione anche se ci sono stati dei momenti di sofferenza. Una bella partita collettivamente, tutti i giocatori in campo hanno dato il massimo e il successo è stato una conseguenza di un bellissimo gioco accompagnato dal calore di un meraviglioso Emirates Stadium, contro una squadra che ten Hag dovrà ridisegnare. Gunners che devono sicuramente ringraziare un po’ di fortuna, ma la qualità offensiva di questa squadra è magnifica, forse si poteva concedere qualcosa di meno, ma questa vittoria consegna alla squadra di Arteta 3 punti che fanno salire la squadra del tecnico spagnolo a quota 60, con gli Spurs che adesso si trovano a 57 ma con una partita in meno. Sarà dunque il North London derby a decidere quale squadra tra Arsenal e Tottenham potrà accedere alla Champions League del prossimo anno.

Pagelle

Ramsdale 6,5: Altra grande prestazione del portiere dei Gunners, che ha salvato l’Arsenal dalla rete del pari grazie ad un miracolo su un tiro di Dalot molto insidioso, che non è entrato per via di un suo magnifico intervento che ha fatto sì che il pallone andasse a sbattere sul palo senza centrare lo specchio. Purtroppo, ha fatto un brutto errore su un rinvio con cui ha regalato palla allo United, Red Devils che sono poi andati vicinissimi al vantaggio con Bruno Fernandes proprio dopo aver recuperato palla da un compagno in seguito al suo rinvio. L’ex Sheffield Untied dovrà sicuramente ringraziare Gabriel per averlo salvato con una splendida scivolata, avendogli evitato una figuraccia e soprattutto avendo evitato di prendere gol. Complessivamente, è stata un’ottima partita.

Cédric Soares 6: Non una grandissima partita del portoghese, ma oggi ci si può concedere di non assegnare insufficienze a nessuno. Qualche passaggio sbagliato e brutto errore dopo la splendida parata di Ramsdale sul tiro di Telles, avrebbe potuto pagare quel liscio in maniera molto più cara. L’Arsenal ha fatto un po’ di fatica ad uscire dalla propria metà campo con la costruzione dal basso che ormai tutti conosciamo e il portoghese è andato molto spesso in difficoltà in questo. Prestazione tutto sommato buona perchè si è proposto abbastanza spesso a ricevere la palla ed è riuscito anche a non concedere troppo a Sancho, anche se l’inglese oggi non si è visto troppo, forse cercato poco ma comunque non ha puntato molto spesso l’avversario, cosa che dovrebbe saper fare molto bene e l’ha già dimostrato quest’anno. Fortunatamente per Cédric, VAR e arbitro hanno deciso di non assegnare il calcio di rigore allo United dopo quel tocco evidente con la mano da terra.

Gabriel 6,5: Bella partita da parte del brasiliano, che ha concesso poco, non si è fatto saltare e ha salvato la porta con un meraviglioso intervento in scivolata a deviare il pallonetto di Bruno Fernandes, che aveva ricevuto palla da un compagno dopo un pessimo rinvio del portiere dei Gunners e si trovava proprio davanti a lui. Con quel tocco a sporcare il cucchiaio del portoghese ha veramente salvato la partita e si merita un voto alto. Forse, sul gol di Cristiano Ronaldo, lui e Tavares avrebbero potuto marcare il numero 7 in maniera più stretta. Tralasciando questo errore, partita davvero ottima, giocatore giovane ma che ha già una grande esperienza e sta facendo ottime partite ultimamente.

White 6,5: Buona partita anche la sua, buona partita in generale dei due difensori centrali. Anche lui non si è fatto saltare e ha concesso molto poco, nel gioco aereo è stato bravo e anche lui sta continuando a convincere con prestazioni più che sufficienti. Lui e Gabriel sono due difensori molto giovani ma che hanno avuto una capacità di ambientarsi straordinaria. E’ veramente un’ottima cosa per l’Arsenal avere trovato due difensori centrali giovani e così forti difensivamente, anche con grandi doti fisicamente parlando.

Tavares 6,5: Grande partita offensivamente, ma brutta difensivamente. Ha spinto moltissimo sulla sinistra con lunghe e instancabili corse, riuscendo inoltre a trovare la rete che ha sbloccato l’incontro su ribattuta. Ottima partita sul piano dell’attacco, ma difensivamente si poteva certamente fare di meglio. Sul gol di Ronaldo, avrebbe potuto marcare in maniera più stretta il portoghese, anche lui poi è stato fortunato perchè l’arbitro ha deciso di non assegnare il penalty ai Red Devils dopo quel contrasto su Elanga, era stato anche ingenuo in quella situazione, ma è stato graziato. C’è poi il rigore non trasformato da Bruno Fernandes che è stato assegnato dal direttore di gara proprio dopo una “parata” del terzino sinistro. Godiamoci il gol per ora, resta un giocatore giovanissimo (classe 2000) e quindi può solo migliorare.

Xhaka 7: Prestazione da leader da parte dello svizzero, come al solito del resto. Si è fatto sentire quando c’era bisogno e ha dato una grossa mano alla squadra, veramente un giocatore di cui i compagni non possono privarsi. Ha cancellato dal campo Bruno Fernandes, che, a parte quell’occasione citata precedentemente regalata da Ramsdale, non ha visto molto spesso la porta. Poi ha trovato un gol meraviglioso nel momento in cui ce n’era più bisogno perchè i Gunners stavano soffrendo molto. Un mancino che non dimenticheremo mai, un sinistro che ha chiuso la partita ed ha consegnato all’Arsenal i 3 punti. Altra magnifica partita, continua nel migliore dei modi lo svizzero. Piccola macchia l’ammonizione, ma forse non è neanche considerabile “macchia” perchè siamo tutti a conoscenza del suo carattere.

Elneny 6,5: Giocatore sottovalutato. Dopo la partita di Stamford Bridge, che difficilmente dimenticheremo, continua a convincere l’egiziano. Ha fatto una gestione della palla più che buona, ha perso pochissime volte il possesso e ha impostato molto bene. Niente Thomas Partey, gioca lui e dà il meglio, si dimostra finalmente un sostituto più che degno dell’ex Atletico Madrid. Ha giocato anche con una certa eleganza, se vogliamo, è stato molto piacevole vederlo e ci auguriamo trovi ancora più continuità nelle prestazioni. Un giocatore che meriterebbe ancora più spazio, ma l’Arsenal ha abbondanza e difficilmente ne trova, oggi ha avuto un’occasione e l’ha sfruttata. Bella partita soprattutto nel giro palla, ma va detto che tutta la squadra ha fatto uno splendido fraseggio e ha costruito tanto. Lui, alla fine, è solo una delle tante sorprese della stagione die Gunners da incorniciare.

Saka 7: Continua a giocare meravigliosamente l’inglese e, con grande probabilità, questa non è neanche la sua più grande partita. Ha fatto molto bene per tutta la stagione, ha avuto continuità e quindi è difficile scegliere una partita in particolare e battezzarla come la sua migliore quest’anno proprio perchè tra tante prestazioni così positive non se ne può premiare solo una, si può premiare soltanto la costanza nell’impegno. Oggi ha puntato l’uomo, ha dato fastidio allo United e ha fatto vedere, per l’ennesima volta, la sua grande dote tecnica, assieme a quella della corsa e dell’uno contro uno. Rigore calciato bene, De Gea spiazzato e palla nell’angolino, ha completamente dimenticato il penalty calciato contro l’Italia nell’Europeo della scorsa estate. Purtroppo, è uscito al 74′ per un problema fisico, probabilmente nulla di grave, è facile che Arteta l’abbia sostituito per precauzione, anche perchè ha giocato due partite a distanza molto ravvicinata e anche la stanchezza si fa sentire.

Odegaard 6,5: Continua a mostrare un grande talento il norvegese e continua a dare ottime conferme. Non è stato incisivo come in altre partite, ma, a volte, le partite in cui ci si fa vedere di meno sono le migliori, quella di oggi è stata una prestazione più che buona. Un giocatore elegante, fortissimo con il pallone e dotato di una grande visione di gioco, oggi questi tre elementi si sono visti e hanno dato forma ad una grande partita da parte del trequartista. Ha un mancino incredibile ed infatti tutti si sono aspettati tanto da lui quando si è preso la responsabilità di calciare la punizione, anche se purtroppo la palla è terminata sopra la traversa. Può solo migliorare questo giocatore e molto probabilmente ci riuscirà.

Smith Rowe 6: Purtroppo non è stata una grande partita la sua, quest’oggi. Vista la sua precisione nei passaggi e nei tiri, vista la sua capacità nell’accelerazione palla al piede, avrebbe potuto farsi vedere di più anche tra le linee, come sa fare, non solo sulla fascia, ma purtroppo non è mai entrato realmente in partita. Resta un giocatore giovanissimo e una prestazione non ottima ogni tanto può starci, ha delle doti fantastiche e anche lui ha larghissimi margini di miglioramento.

Nketiah 6,5: Giocatore giovanissimo e che può sembrare inadatto alla Premier per via del fisico, ma continua a fare vedere, dopo il Chelsea, come sia in grado di dare fastidio alle difese avversarie. Nonostante non sia alto, riesce meravigliosamente a ricevere il pallone in qualsiasi momento con movimenti magnifici tra le linee e riesce anche a gestirlo molto bene. Altra ottima partita, anche oggi ha messo in mostra la sua bravura nella gestione della palla ed è stato molto bravo anche nel giocare spalle alla porta.

Martinelli 6: Entrato nella ripresa, è stato cercato poco dai compagni ma ha provato a farsi sentire con la sua rapidità, purtroppo non riuscendo ad impensierire la retroguardia dei Red Devils. E’ un 6 proporzionato a quanto abbiamo visto, perchè non ha toccato tanti palloni ma li ha gestiti bene.

Holding 6: Anche lui non l’abbiamo visto tanto perchè è subentrato verso la fine giocando circa venti minuti. Ha preso il posto di Saka, uscito per precauzione dopo un piccolo infortunio che, ci auguriamo, confermi le prime impressioni del campo. E’ entrato con il compito di rafforzare la difesa e ci è riuscito, prestazione positiva e 6 giusto.

Tomiyasu s.v: E’ entrato al 90′ e quindi abbiamo visto pochissimo il giapponese, ma è più che positivo il fatto che l’Arsenal l’abbia recuperato.

Lascia un commento